domenica 29 gennaio 2012

Quinta Inquadratura


Bella, irreale. Non-reale. Ho fame di realtà, io. Buonanotte...
13 Gen alle 01:19 

Tremendi trepestii... Tremo, trepidante tre. (Annamo bbene. Annamo va'. 'Notte, Tre. Bella serata, merci.)
13 Gen alle 01:13 

Non per spaccare il capello in tre, ma continuo a pensare che 1 sia il numero perfetto, soprattutto per andare a dormire.
13 Gen alle 01:11 

Io, tricotillomane.
13 Gen alle 01:02 

Sono tricocentrico.
13 Gen alle 01:01 

(im)Perfetto Tre, in perfetto stile.
13 Gen alle 00:57 

Tressette ventuno 2-1 3. Sempre a casa si ritorna...
13 Gen alle 00:55 

E porto due.
13 Gen alle 00:51 

E poi tre e tre sette, non fa una grinza...
13 Gen alle 00:51 

Ti dirò, facciamo tressette, che il tre e il due, piccirilli piccirilli, se magnano tutto... E sì, chiuderemo un occhio sul due di picche.
13 Gen alle 00:50 

Certo! Una schiappa. Una perdente astiosa. Una cazzara, per meglio dire.
13 Gen alle 00:47 

Della serie “non valgo una mazza fuori di mazzo”...
13 Gen alle 00:38 

Capisco. Tu sei il Tre di brisca quando in tavola c'è l'Asso. Io sono il due di picche.
13 Gen alle 00:34 

Neanch'io rispondo più. Infatti spesso le mie cazzate si offendono e mi piantano in asso sul più bello, cioè io.
13 Gen alle 00:29 

E nonsense sia. Ma da una certa ora in poi non rispondo più nemmeno delle cazzate, e ti sarà vietato usarle contro di me. Sappilo.
13 Gen alle 00:27 

Ok, le nostre speculazioni filosofiche stanno decisamente degenerando. Nonsense o nanna? Io propendo per il nonsense.
13 Gen alle 00:23 

Una *penosa faccina*.
13 Gen alle 00:21 

Una *faccina da pene*?
13 Gen alle 00:18 

Metastasi comprese. Onorata, mon cher. Un <3 *pene* anche da parte mia, come suggerisce la mia omonima col ph.
13 Gen alle 00:10 

Un tumorato di Dio che si fa operare senza anestesia. Benvenuta nella confraternita, sorella.
12 Gen alle 23:55 

Un guizzo di pensiero alieno. E io so di non sapere: sono consapevolmente ignorante di te. E anche genericamente, consapevolmente ignorante.
12 Gen alle 23:51 

La fai breve tu... Quanto ti manca ancora, per conoscere il Tre. Non è una parola, non un avatar: ma un PENSIERO.
12 Gen alle 23:44 

Il burattinaio del Tre e dei centomila e più si nasconde bene nella folla. Su lui non mi pronuncio.
12 Gen alle 23:40 

Nonnò, non sono io a piacerti. Sono le mie parole, la mia sintassi, ricercatezza d’eloquio,  eventualmente il mio avatar. Ma io, proprio no.
12 Gen alle 23:38 

D'altronde chi vuole guardare bene la terra deve tenersi alla distanza necessaria. E, sai cosa? Tu mi piaci, Tre. (Arrossisci pure)
12 Gen alle 23:35 

- Ma io dagli alberi piscio più lontano! - Contenta tu...
12 Gen alle 23:28 

O una baronessa rampante, che ne sai?
12 Gen alle 23:18 

...o una Zeno postmoderna, chi sa.
12 Gen alle 23:17 

"Preferii restare pazzo e vivere con la più lucida coscienza, la mia pazzia." Mi trovi preparata, oh Beffardo. Sono un'Enrico IV mancata.
 12 Gen alle 22:55 

(...)



mercoledì 18 gennaio 2012

Quarta Inquadratura: Mutilati estratti

[...]

***
MANIFESTO TECNICO PROGRAMMATICO
In un'epoca refrattaria alla conoscenza ed all'intu[...]lettuale come quella odierna, sorge infine la necessità della venuta di un nuovo individuo, ben più del superuomo dannunziano, ben oltre l'oltreuomo profetizzato da Nietzsche: un individuo ed un pensiero che non sappiano solo comprendere i propri ruoli immersi nell'enorme fiume di sabbia dell'eterno ritorno, ma che siano anche in grado di cavalcarne l'onda, con [...]
Un simile uomo (o donna che sia) non si [...] poter scegliere tra felicità o verità: le vuole entrambe.
[...], stiliamo un breve compendio delle caratteristiche che un siffatt[...] dovrebbe acquisire, noncuranti, sebbene consapevoli, del fatto che anch'esso subirà le torture, prima o poi, del notorio processo di scettica corroborazione.
Innanzitutto, occorre il nome. Non un nome nuovo, coniato di fresco, come già fecero gl'illustri: ma un nome già ampia[...]trato nel sottobosco culturale odierno, tratto dalla polvere e dalla fanghiglia della comun volgarità, un nome che conferisca dignità e altresì si prenda gioco di sé stesso.
Ed ecco, vediamo nascere il paraculo. Mirabile nomea, leggiadro come un destro nel setto nasale, un fulmine siderale, fior di gramigna in un campo di spighe dorate.
Regola numero uno. Il paraculo non menta mai. Almeno, non in mat[...]ologico-metafisica. Socialmente parlando, a meno che non lo richieda una situazione particolarmente compro[...]
[...] agli altri varrebbe a dire mentire a sé stessi, da cui la morte della propria dignità di paraculo.
È l'arte delle mezze verità. In un atto di infinita grandezza e bontà, Dio ha concesso all'Uomo di divenire creatore di sé stesso e del proprio mondo: ne consegue che la verità - molteplice e multiforme, modellata su misura di ciascun essere vivente o meno - non dipende dal valore della scoperta, ma dal modo [...] comunicata. La verità diviene comprovata e condivisa solamente quando verbalizzata, [...]milata e portata di peso dalla sua asettica dimensione astratta in un luogo dove possa ess[...] al meglio.
Risulta, dunque, quantomeno necessario [...] per renderla universale e attuabile.
Ed è qui che interviene in scena la figura del paraculo.
Si assume che abbia compreso e domato l'eterno ritorno, fino a concepirlo da sé; e che, dunque, sappia cogliere la verità nel suo multiforme defluire, nel dipanarsi delle sue molteplici prospettive nello spazio-tempo. Perché la verità non è unica ed immota, si tenga sempre presente [...]
Regola numero due. Si serva il paraculo del nobile strumento dell'ironia. Ne fecero uso i magnanimi della storia fin [...] remoti: allo stesso modo faccia il futuribile paraculo moderno. Si presti la dovuta attenzione a non scadere nel ben più volgare sarcasmo. Diceva il poeta, "la differenza tra ironia e sarcasmo è la stessa che inter[...]ospiro ed un rutto." Si sappia discernere le situazioni in cui fare uso di entrambi.
Regola numero tre. Sia il paraculo esteta. Siano le idee sull'arte a condizionare il suo pensiero, poiché l'arte mette in scena il modo nella sua dimensione ideale e bella. Lode all'intuizione estetica.
Appendice alla regola numero uno: non s'illuda il paraculo di crearsi dogmi assoluti, quanto piuttosto contestuali. Atlante dovrà pur poggiare su un qualche suolo.
Regola numero quattro. Si faccia il paraculo esclus[...]fari propri. Ma non per questo si comporti da egoista: non presti aiuto a meno che non glielo si chieda con onestà e umiltà. Il paraculo, pur adeguandosi alla mondanità al pari di dandy permeato di bohème, si riconosce pur sempre umile, e non può in nessuna maniera pretendere di intuire se il suo intervento possa essere [...]ppure semplicemente d'intralcio. Se qualcuno, pertanto, avesse bisogno di aiuto, non si faccia troppi problemi a inchi[...]l suo futuro servitore: diceva il poeta, "non si risorge senza essere prima caduti a terra".
Regola numero cinque. Accetti il paraculo sé stesso e gli eventi nel mondo delle possibilità, con netta propensione per l'assurdo. Semplicemente "tutto può essere", poco importa [...] o irrazionale possa essere.
[...]
Appendice alla regola numero quattro: caro il mio ficcanaso, farti i cazzi tuoi mai, eh?
Regola numero otto. Rifiuti categoricamente il paraculo la bipolarità degli opposti. Chi vive oppresso da forze antitetiche, ancestrali quanto obsolete, si perde tutta la gamma di sfumature intermedie.
Regola numero nove. Non dimen[...]

domenica 1 gennaio 2012

Terza Inquadratura


mercoledì XX ottobre 2YYY
Nora Benturbi-Rest has shared contact details with Vitangelo Moscarda


Nora Benturbi-Rest 
Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest 
Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest
Vitangelo Moscarda

Nora Benturbi-Rest
Vitangelo Moscarda
     Nora Benturbi-Rest



Vitangelo Moscarda

     Nora Benturbi-Rest



  
Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest

Vitangelo Moscarda

     Nora Benturbi-Rest
    Vitangelo Moscarda

     Nora Benturbi-Rest

Vitangelo Moscarda

Nora Benturbi-Rest


Vitangelo Moscarda

Nora Benturbi-Rest

Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest








Vitangelo Moscarda


Nora Benturbi-Rest
Vitangelo Moscarda

Nora Benturbi-Rest


Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest
Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest
Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest

















Vitangelo Moscarda

Nora Benturbi-Rest
Vitangelo Moscarda

Nora Benturbi-Rest

Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest
Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest

Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest
Vitangelo Moscarda




  
     Nora Benturbi-Rest


Vitangelo Moscarda


Nora Benturbi-Rest

Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest





Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest

 Vitangelo Moscarda

 Nora Benturbi-Rest
 Vitangelo Moscarda
Nora Benturbi-Rest 




Vitangelo Moscarda 
Nora Benturbi-Rest
Vitangelo Moscarda

Nora Benturbi-Rest 
Vitangelo Moscarda

Nora Benturbi-Rest

 Vitangelo Moscarda


  Nora Benturbi-Rest


Vitangelo Moscarda



Nora Benturbi-Rest 
Vitangelo Moscarda
  
Nora Benturbi-Rest



  
Vitangelo Moscarda 
sono in linea, e solo un opzione strategica la mia
ovvero?
quante domande! ti rivolgo io un po' di domande
dimmi tutto
come stai? 
ontologicamente parlando? non sto 
come ti sembras las Spagnas?
hermosa! mi sto piacevolmente abituando a vivere da sola
sola soletta? 
sola soletta 
sto bene, ho la mia intimita, nessuno che mi dice quello che devo fare 
gestisco autonomamente il mio tempo 
beata te...io lo sprecherei senza requie...allo sbaraglio totale. 
sei troppo legato ai tuoi punti di riferimento, sembra che tu abbia ancora bisogno  di un sorvegliante, un qualcuno che ti dia le scadenze... 
mi raccomando, diffida sempre, sii indipendente 
ma scegli bene le persone di cui diffidare
sfondi una porta aperta 
te lo ripeto perche ci sono caduta con tutte le scarpe 
e perche ho una certa strana empatia per te 
...che mi preoccupa tanto.
un giorno mi spiegherai il motivo di tanta "empatia"... 
perche ti preoccupa tanto?
perché è gratuita. io ho smesso di credere alla gratuità. preferisco credere alla befana...
giuro, mi hai strappato una risata 
e indovina? anche questa era gratuita! 
lo vedi? faccio bene a preoccuparmi... 
non ridi mai, tu 
spiritoso
ti preoccupa una persona che abbia a cuore il tuo stato d'animo senza che voglia qualcosa in cambio da te?
esattamente
voglio dire, finora non mi è mai capitato... 
che una persona si preoccupi di te?
senza volere nulla da te? 
già... 
ora ti spiego
ci "conosciamo" da parecchio tempo. "conosciamo" per modo di dire, perché quando sei un ragazzino le compagnie che scegli non sono le migliori, e la realta e ancora un miscuglio di colori indefiniti e non riesci a decidere chi essere o cosa pensare; almeno, questo valeva per me
quando sei un ragazzino non ti accorgi di persone "marginali", se cosi posso definirti senza offenderti 
questo sì, eravamo abbastanza MARGINALI, l'uno per l'altro...
...e lo siamo tuttora. un po' meno. forse.
non stare sulla difesa 
non sto sulla difesa. APERTO ATTACC... cioè, volevo dire, APERTO SCAMBIO
sto cercando di spiegarti il perche di questa strana empatia
sciogliti, anche questo e gratuito
lo fai per favore? non voglio nulla in cambio
lo so che non vuoi nulla in cambio...
allora non te la prendere!
ma non me la prendo no, figurati! 
dai, fammi continuare il discorso
prego
ho sofferto molto quest'inverno 
non ho avuto nessuno con cui parlare, del resto nessuno avrebbe potuto capire, nessuno voleva veramente stare ad ascoltarmi
nessuno mi chiedeva come stessi 
non che lo facessero per cattiveria, ma perche sapevano che non mi avrebbe aiutata 
nessuno avrebbe potuto darmi un consiglio giusto, nessuno ci era passato
quando ti chiedevo come stessi tempo fa, ho percepito che potevo capirti, sara stata pure presunzione, ma abbiamo patito entrambi per lo stesso motivo
fino in fondo non so veramente perche ho quest'empatia per te, la tua situazione di cui so veramente poco, ma e come se tutti fossimo collegati 
e una spiegazione alquanto povera, ma non so che altro dirti 
non mi morire sulla tastiera pero, eh
quindi, se ho ben capito, la tua non è empatia, è compassione...
no
nel senso buono del termine 
anzi, "compatimento" 
o mamma che brutte parole
no
"soffrire insieme ad un altro" 
io non voglio soffire insieme a nessuno, no 
meglio: "condividere con un altro un sentimento di dolore"
NO
voglio che tu non soffra, non lo meriti
questo lo dici tu... 
perche?
non posso, come dire? vantare un passato proprio di santità, ecco... 
la sofferenza me l'ha fatto presente, altrimenti avrei dimenticato tutto
non crederai mica che io sia dalla parte dei buoni? che tutti noi siamo intimamente buoni e giusti? 
credo nell'intima bonta dell'uomo, ci credo ancora e voglio continuare a crederci 
non ho compassione per te, mettitelo in testa
ripeto, non parlo di compassione nel senso comune del termine... 
"com-passione", "con-sentimento"...
BASTA con queste parole! 
Vitangelo, ti prego, cerca di capire quello che dico
dimmi
non ho "com-passione", non ho "con-sentimento" 
non hai un minimo di pensieri positivi che ti portino a pensare che una persona si possa disinteressatamente interessare a te? al tuo stato d'animo? perche?
non hai un minimo di fiducia nell'Umanita? poca, pochissima fiducia?
nessuna
fai male 
malissimo
non in senso personale,almeno... so che razionalmente non mi posso fidare di nessuno 
non ti aprirai mai a nessuno cosi
questo lo dici tu 
l'hai mai fatto? 
ti rispondo io 
si
l'hai fatto 
e ne se rimasto piu che SCOTTATO 
no
ah no?
no
anzi, ne sono rimasto deluso 
allora ovviamente ti chiudi per prevenire? 
no, ti dico che mi apro
non riesco ad essere compreso, però 
da chi vuoi essere compreso? 
perche non parli una lingua piu facile?
perché è QUESTA la mia lingua! 
non riesco a parlare in modo diverso, sono fatto così, parlo ad arte...
se vedi che "la tua lingua" non la parlano in tanti, perche non cerchi di adattarti tu?
perche ti piace crogiolarti dall'alto del tuo trono! 
perché non riuscirei a comunicare nulla 
risulterebbe tutto falsato 
e...no, decisamente non mi sento su un trono. piuttosto striscio nella melma. 
ti piace tanto crogiolarti nella tua melma 
no, non mi piace 
niente feticismi, prego
perche allora non cerchi di fidarti di chi ha empatia per te? continui a lamentarti della tua solitiduine, ma poco fai per uscirne 
aspetta un attimo 
torno subito 
bien
22.37
22.42
22.42
22.43
22.43
22.43
22.43
22.43
22.46
22.46
22.47

22.47
22.47

22.47


22.47
22.47
22.49
22.49
22.49
22.49
22.50
22.50
22.50
22.52
22.52
22.53
22.53
22.53
22.53
22.53

22.54
22.54
22.54
22.54
22.55 
22.55
22.57 





22.57

22.59

22.59
22.59
23.00

23.00
23.00
23.00
23.02
23.03
23.03
23.03
23.03
23.03
23.04


23.04
23.05

23.05
23.05
23.05


23.06


23.06

23.10
23.10

23.10
23.10
23.10
23.11
23.11
23.11
23.11
23.11
23.11
23.11
23.11
23.12
23.12

23.12

23.12

23.13

23.14
23.14

23.14
23.14
23.14
23.15
23.15
23.15


23.15

23.16
23.16
23.16
23.17

23.17
23.17
23.17
23.17
23.17
23.17
23.17
23.18
23.18
23.18
23.18
23.18
23.18
23.18
23.19
23.19
23.19
23.19

23.19

23.20
23.20
23.20
23.20
23.21
23.21
23.21
23.21
23.22
23.22

23.23
23.23
23.23